CUORE NAPOLI BASKET PROMOSSO IN SERIE A2! / VIDEO FESTA

Bergamo Basket 2014 – Generazione Vincente Cuore Napoli Basket 59 – 64

Parziali: 10 – 14; 18-25; 41 – 44; 59 – 64

Bergamo e Napoli, dopo le sconfitte contro Montegranaro e Orzinuovi si affrontano per un posto in A2.
Gli azzurri scendono in campo con: Maggio, Barsanti, Mastroianni, Nikolic e Visnjic mentre Bergamo con: Panni, Cazzolato, Milani, Chiarello e Pullazi.
Le squadre si prendono subito tre tiri dalla distanza nei primi secondi del match, ma ci pensa Visnjic a sbloccare il match.
Nikolic riesce a sbloccare nuovamente il punteggio grazie all’ennesimo capolavoro, mentre Cazzolato è costretto ad uscire dopo 4 minuti di gioco, avendo commesso subito il 2° fallo della sua partita.
La difesa partenopea è perfetta, solo 2 punti concessi agli avversari nei primi 5 minuti di gioco, il rammarico però è quello di non aver concretizzato anche in attacco.
Maggio manda a bersaglio la tripla del +7, ma Chiarello prima e Berti poi riescono a portare Bergamo sotto di 3 lunghezze.
A due minuti dalla fine del primo quarto però arriva il 2° fallo di Visnjic, ma ancora Maggio guida i suoi con la seconda tripla del match.
Il primo parziale si chiude con Napoli in vantaggio di 4 lunghezze, ma Coach Ponticiello può ripartire dall’ottimo lavoro della sua difesa.
La pressione però si fa sentire, ed entrambe le squadre iniziano a sbagliare anche il più facile dei lay-up.
Dopo 13 minuti di gioco il punteggio rimane fermo sul 14-10 per Napoli, ma Bastone in tap-in riesce a riportare i suoi sotto di 2. Si ripresenta proprio in questo momento il problema principale della partita contro Orzinuovi, i rimbalzi offensivi concessi alla squadra avversaria.
Ci pensa Visnjic a guidare la squadra azzurra, 5 punti fondamentali per il numero 24, e Napoli continua ad amministrare il vantaggio.
A 4 minuti dalla pausa lunga due giocate magistrali di firma serba, prima un rimbalzo (che sembrava perso) catturato da Visnjic e poi il grande uso del perno di Nikolic che realizza il +3.
Da sottolineare le 3 stoppate di Mastroianni, che va anche a firmare il +7 Napoli in contropiede.
Napoli e Bergamo non trovano più la via del canestro, ed il primo tempo si chiude con i partenopei avanti 25-18.
Al rientro Napoli parte contratta e dopo 1 minuto e mezzo di gioco si ritrova gli avversari ad un possesso pieno di distanza.
Pullazi e Lauwers si sbloccano dalla distanza, ma ci pensa ancora Nikolic a ricacciare indietro gli avversari.
Lo stesso Pullazi però si prende la squadra sulle spalle, e con 7 punti consecutivi regala ai suoi il primo vantaggio della partita.
Visnjic e Pullazi regalano un duello bellissimo, infatti i due lunghi sono gli unici a muovere il tabellino.
Dopo 27 minuti di gioco il numero 24 azzurro arriva già a quota 20 punti.
Sempre Visnjic con un bellissimo gancio realizza il canestro del nuovo +5 Napoli, ma il solito Pullazi riporta i suoi sotto.
Il terzo quarto si chiude con la Ge.Vi in vantaggio di soli 3 punti.
Barsanti si sblocca da 3 punti e Visnjic si porta a quota 25, a 8 minuti dal termine gli azzurri volano sul +7, costringendo Coach Ciocca a chiamare minuto.
A 6 dal termine arriva l’ennesima prodezza di Visnjic, che strappa la palla dalle mani di Milani e si lancia in contropiede, concludendo l’azione con un 1/2 dalla lunetta.
Barsanti sfrutta una disattenzione della difesa di Bergamo, segna e subisce fallo, convertendo il libero aggiuntivo. Gli azzurri si portano sul +8, massimo vantaggio della partita.
La Co.Mark però non molla, e con il solito Pullazi trova il canestro del -4, quando mancano esattamente 4 minuti al termine.
Nel momento del bisogno però Marzaioli risponde presente con una tripla a dir poco fondamentale.
Bergamo sfrutta il bonus e con i viaggi in lunetta di Panni, Milani e Pullazi riesce a portarsi sotto fino al -1.
Ai partenopei serve muovere il tabellone, anche dalla linea della carità, e Barsanti fa 1/2.
Ad 1 minuto dal termine Napoli è avanti di 2 con il possesso tra le mani, possesso concretizzato ancora da Visnjic, che regala il +4 agli azzurri con 44 secondi sul cronometro.
Ora la palla è di Bergamo, che vuole rifarsi subito sotto, e ci riesce con Berti che segna da sotto il -2.
Si va dall’altra parte, con gli azzurri che vogliono chiudere le ostilità, la palla è per Maggio che la consegna a Visnjic che mette la ciliegina sulla torta alla sua meravigliosa partita. 31 punti per il talento serbo, che regala il +4 a Napoli con 9 secondi sul cronometro.
Milani sbaglia l’ultima preghiera e Napoli può esultare, è A2!
Una stagione fantastica chiusa nel migliore dei modi:
– Coppa Italia;
– Primo Posto del Girone;
– Promozione in A2.
Questo il fantastico cammino della squadra del Presidente Ruggiero.

Tabellini:
Bergamo: Pullazi 24, Berti 13, Milani 6, Panni 5, Chiarello 4, Bastone 4, Lauwers 3, Cazzolato, Planezio n.e., Bedini n.e.

Napoli: Visnjic 31, Nikolic 11, Barsanti 9, Maggio 8, Marzaioli 3, Mastroianni 2, Ronconi, Murolo, Rappoccio, Matrone.

Tiri liberi:
Bergamo: 8/14;

Napoli: 16/22.

FONTE: CUORE NAPOLI BASKET

 

Related News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: