CHAMPIONS LEAGUE: LA JUVENTUS SI INCHINA AL REAL MADRID, I “BLANCOS” TRIONFANO 4-1

Termina nel peggiori dei modi l’avventura in Champions League della Juventus. Una finale che gli uomini di Allegri sentivano di poter giocarsela alla pari contro i detentori della Champions League, il Real Madrid. Invece ne è uscita una partita dalle due facce, caratterizzata da un primo tempo equilibrato ed una ripresa che ha visto i “blancos” prendere il sopravvento fino a vincere 4-1. Il primo tempo comincia subito bene per la Juventus che si dimostra aggressiva, mettendo in difficoltà la difesa degli spagnoli. Poco dopo, però, il Real si sveglia e trova il gol del vantaggio al 20′ realizzato da Cristiano Ronaldo. La Juventus reagisce e dopo soli sette minuti riesce ad agguantare il pareggio ad opera di Mandzukic che batte Navas con una pregevole rovesciata. Il primo tempo scorre via con le due squadre alla ricerca del gol, senza però trovarlo. Nella ripresa, il Real Madrid torna in campo maggiormente determinato, fino al 61′, quando Casemiro riporta i “blancos” in vantaggio con un siluro da fuori area, deviato da Khedira e che inganna Buffon. La Juventus accusa il colpo e tre minuti dopo subisce il tris grazie alla doppietta di Cristiano Ronaldo che si insacca la palla in rete su assist perfetto di Modric. La Juventus prova timidamente a reagire senza però riuscirci, all’84’, piove sul bagnato per la doppia ammonizione di Cuadrado, anche se quest’ultimo pare non aver commesso il fallo su Sergio Ramos. Al 90′, la Juventus subisce anche il quarto gol ad opera di Asensio su assist di Marcelo. Termina 4-1 per il Real Madrid che si riconferma campione d’Europa per due anni consecutivi (prima squadra a vincerne due di seguito con l’attuale formula). Grande delusione per la Juventus ed i tanti juventini presenti a Cardiff e sparsi per il mondo. Grande festa, invece, per il Real Madrid. Francesco Nettuno

JUVENTUS-REAL MADRID 1-4
(primo tempo 1-1)
MARCATORI: Ronaldo (R) al 20′, Mandzukic (J) al 27′ p.t.; Casemiro (R) al 16′, Ronaldo (R) al 19′, Asensio (R) al 45′ s.t.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Barzagli (dal 22′ s.t. Cuadrado), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic (dal 26′ s.t. Marchisio); Dani Alves, Dybala (dal 33′ s.t. Lemina), Mandzukic; Higuain. (Neto, Benatia, Lichtsteiner, Asamoah). All. Allegri.
REAL MADRID (4-3-1-2): Navas; Carvajal, Ramos, Varane, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos (dal 44′ s.t. Morata); Isco (dal 38′ s.t. Asensio); Benzema (dal 33′ s.t. Bale), Ronaldo. (Casilla, Nacho, Danilo, Kovacic). All. Zidane.
ARBITRO: Brych (Germania).
NOTE: spettatori 66.000. Espulso Cuadrado (J) per doppia ammonizione. Ammoniti Dybala (J), Ramos (R), Carvajal (R), Kroos (R), Alex Sandro (J) per gioco scorretto; Pjanic (J) per comportamento non regolamentare.

Related News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: