GERMANIA L’AMBURGO E’ RETROCESSO PER LA PRIMA VOLTA NELLA SUA STORIA

L’Amburgo è retrocesso per la prima volta nella sua storia. Dopo 55 anni si è fermato l’orologio del Volksparkstadion che segnava la permanenza in Bundesliga. Inutile la vittoria (2-1) contro il Borussia M’Gladbach visto la contemporanea vittoria del Wolfsburg contro il Colonia. A 45″ dalla fine è esplosa la rabbia dei tifosi di casa con lancio di fumogeni in campo. Partita sospesa per oltre 15′ con l’intervento della polizia, addirittura a cavallo.

Foto 1
  

AMBURGO-BORUSSIA MONCHENGLADBACH 2-1
L’Amburgo passa in vantaggio subito con un rigore trasformato da Hunt (11′) con un mancino a incrociare, ma il Borussia risponde con una bella conclusione di Drmic (28′) che pareggia. Nella ripresa l’Amburgo sa di dover dare tutto per tentare la salvezza e con un sinistro di Holtby (63′) sul palo lontano torna avanti. I padroni di casa restano in dieci per l’espulsione di Wood (71′). Nel finale è grande la paura per un incendio che scoppia nella curva dell’Amburgo, causato dal lancio di alcuni fumogeni da parte dei tifosi. Un episodio che fa interrompere la partita quando manca ancora un minuto da giocare. In campo forze dell’ordine, anche a cavallo. Gli animi si placano soltanto un quarto d’ora dopo, con la partita che riprende praticamente per il fischio finale che sancisce la prima retrocessione nella storia dell’Amburgo, fino ad oggi l’unica squadra che aveva militato in tutte le 55 edizioni della Bundesliga svolte. Per sperare almeno nel playout, bisognava vincere e sperare nella contemporanea vittoria del Colonia sul Wolfsburg. Niente da fare e l’Amburgo retrocede, l’orologio Volksparkstadion si ferma.

BAYERN MONACO-STOCCARDA 1-4
Una classica del calcio tedesco aperta dalla rete dello Stoccarda che, a sorpresa, passa in vantaggio con Ginczek (5′) che insacca a porta vuota, ma poco dopo pareggia Tolisso (22′) complice una magia di Lewandowski. Poco prima della pausa ancora Stoccarda in gol con Donis (42′) che dopo una fuga solitaria da centrocampo gonfia la rete con un diagonale di destro. Nella ripresa ancora una disattenzione del Bayern spalanca il contropiede dello Stoccarda, finalizzato da un colpo di testa preciso di Akolo (52′). Ancora Stoccarda a segno con Ginczek (55′) e il Bayern sembra al tappeto. Al triplice fischio scoppia, nonostante la sconfitta, comunque la festa dei tifosi del Bayern Monaco per la vittoria del campionato. Lo Stoccarda chiude al settimo posto.

FRIBURGO-AUGSBURG 2-0
Il primo tempo sfila via senza troppe emozioni per concludersi sullo 0-0. Nella ripresa il Friburgo passa in vantaggio con Hofler (49′) che in spaccata non dà scampo a Luthe. Friburgo che segna anche la rete del raddoppio con Kleindienst (65′). Tre punti che ufficializzato la salvezza del Friburgo.

HERTHA BERLINO-LIPSIA 2-6

Lipsia scatenato nel primo tempo: apre un colpo di testa di Upamecano (2′), momentaneo pareggio ancora di testa di Ibisevic (4′) ma ancora Lookman (7′), con un destro sul primo palo, e Augustin (22′) fanno chiudere il primo tempo con gli ospiti avanti 3-1. Lipsia scatenato che nella ripresa cala il poker con Werner (49′) che di destro la mette sul palo lungo, poco dopo arriva anche il quinto gol degli ospiti firmato da Augustin (54′). La festa del gol continua con l’Hertha che segna con Kalou (64′) la rete del 2-5. Sesto gol per il Lipsia al minuto 82 con Bruma con una conclusione dal limite. Il Lipsia chiude al sesto posto e vola in Europa League.

HOFFENHEIM-BORUSSIA DORTMUND 3-1
Sfida tra due squadre in lotta per un posto nella prossima Champions League: dopo un paio di occasioni per parte, l’Hoffenheim passa in vantaggio con Kramaric (26′) che approfitta di un clamoroso errore del portiere Burki. Nel secondo tempo ecco arrivare il pareggio del Borussia con Reus (58′) a risolvere una mischia in area dell’Hoffenheim. I padroni di casa non ci stanno e trovano il nuovo vantaggio con un lob ravvicinato di Szalai (63′) e allungano con Kaderabek (74′) che risolve di sinistro una mischia. Un risultato che al triplice fischio accontenta entrambe, l’Hoffenheim chiude terzo e il Borussia Dortmund quarto per volare insieme in Champions League.

BAYER LEVERKUSEN-HANNOVER 3-2
Una furia quella del Bayer durante la prima frazione di gioco: sblocca subito Alario (3′) con un sinistro al volo meraviglioso, e poco dopo Wendell (6′) calcia fuori un rigore. Ancora Alario (18′) non si fa pregare e il primo tempo finisce con i locali avanti 2-0. Nella ripresa il Leverkusen va ancora a segno con Brandt (55′). Nel recupero arrivano l gol dell’Hannover con Fullkrug (91′) e Harnik (94′). Il Bayer chiude con gli stessi punti di Hoffenheim e Borussia Dortmund ma per una differenza reti peggiore scivola in Europa League.

MAINZ-WERDER BREMA 1-2
Primo tempo spettacolare con il Mainz che passa in vantaggio con Gbamin (12′) ma il Werder risponde con Kainz (23′) per concludere la prima frazione di gioco sull’1-1. Verso il finire del match gli ospiti segnano ancora, stavolta con Gebre Selassie (79′). Tre punti nell’ultima giornata per gli ospiti.

SCHALKE-EINTRACHT FRANCOFORTE 1-0

Sfida d’alta classifica per concludere il torneo di entrambe: a sbloccare il risultato è un colpo di testa di Burgstaller (26′) che porta avanti lo Schalke 1-0 fino all’intervallo. Un risultato che dura fino al triplice fischio che sancisce il secondo posto e la qualificazione in Champions League dello Schalke.

WOLFSBURG-COLONIA 4-1

Il Wolfsburg, a caccia di punti per evitare la retrocessione diretta, passa subito in vantaggio con Guilavogui (1′) con un bel destro da limite. Il Colonia, già retrocesso, rialza la testa con il suo capitano Hector (32′) che si libera in area e con un lob delicato batte Casteels. Nella ripresa il Wolfsburg torna in vantaggio con Origi (54′) che tutto solo gonfia la rete. Un colpo di testa Knoche (72′) vale il tris del Wolfsburg. Nel recupero poker dei padroni di casa con Brekalo (91′). Una vittoria che offre l’opportunità del playout al Wolfsburg e condanna l’Amburgo alla retrocessione.

Related News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: