governo

GOVERNO LEGA-CINQUE STELLE E ORA I VIGLIACCHI FANGAIOLI DELLA SINISTRA RICOMINCIANO di Sergio Vessicchio

Il grande tradimento fatto al popolo italiano da parte del Capo dello Stato Mattarella accende i motori dei sinistroidi,i quali,dopo essere stati al governo negli ultimi cinque anni sfasciando la nazione e favorendo l’avanzata dei populisti ora già gridano contro Berlusconi,contro il centro-destra e contro tutto quello non di sinistra.Vergognosi personaggi pagati da editori come Cairo,pressati dalla vergognosa CIGL e sorretti dagli squadristi del Fatto Quotidiano stanno già avvelenando il clima politico di per se già compromesso.Parliamoci chiaro, il governo Lega-Movimento 5 Stelle rappresenta una vergogna all’italiana,un inciucio,un pastrocchio,una zavorra ed è stato disegnato a tavolino da Mattarella per non dare l’incarico al centro-destra e a Salvini.Il tradimento costituzionale del Capo dello Stato è una pagina nera di vergogna corroborata dalla presenza massonica di Gentiloni alla guida del Governo da abusivo e non eletto dal popolo.E’ stato proprio il Capo dello Stato con la regia di Renzi a non far propendere per l’incarico al centro-destra quantomeno per un mandato esplorativo per paura che i numeri si trovassero.Soltanto la grande apertura mentale,politica e democratica di un personaggio al quale oggi tutti dovrebbero dire grazie come Silvio Berlusconi ha sbloccato una situazione che Mattarella aveva,volutamente e scientemente, ingarbugliato.E’ da LA 7, dai salotti di sinistra,dai giornali tenuti in vita con i nostri soldi stanno già cominciando furiosi gli attacchi a Silvio Berlusconi.L’Italia non va avanti perché c’è troppa sinistra,il PD aveva bocciato l’emendamento di Brunetta che suggeriva la maggioranza al 37% e non al 40 e che avrebbe di fatto consentito di dare un governo all’Italia la sera del 4 Marzo.Hanno già i fucili pronti,i mitra spianati,i cannoni in posizione,questi bastardi sinistroidi che da oltre 50 anni frenano lo sviluppo e la crescita di questa nazione,Berlusconi è già nel mirino perché vogliono consegnare alla storia una verità tutta loro che poi è una menzogna di cui dovrebbero vergognarsi ma della quale si cibano e si nutrono perché sono cattivi,sono arroganti,sono vigliacchi,vengono dalla sinistra.E’ un governo sicuramente ambiguo quello dei populisti e sicuramente non salva la faccia di Salvini ma invece di elogiare colui che ha fatto decollare l’accordo e cioè Silvio Berlusconi, stanno cominciando a sparargli contro.Questo è lo specchio dell’Italia,la vergogna della quale i santoni della sinistra devono chiedere scusa invece di pavoneggiarsi attraverso i media.La democrazia in Italia è soltanto virtuale.Il centro-destra è in maggioranza nella nostra nazione ma è da sempre contrastato dagli artifici della sinistra e perde sul campo che bara attraverso i brogli elettorali,il ricorso alla magistratura,armando gli urlatori del proprio simbolo politico.Si è chiesto un ennesimo sforzo a Berlusconi dopo l’invenzione dello spread (una scusa),dopo che si parlava di coscienza nazionale quando fu costretto ad appoggiare il disastroso governo Monti e quello guidato da Letta,ora sull’altare delle scadenze si chiesto a Berlusconi di fare un passo indietro e lui lo ha fatto e invece di prenderne atto i vigliacconi giornalisti comunistacci e di sinistra parlano di favoritismi e accordi sul conflitto di interesse,sulle sue aziende private,sul ministero delle telecomunicazioni e bla bla bla.La vergogna dei giornalisti di sinistra è pari alla vergogna di un governo non nato dal popolo caldeggiato dal Capo dello Stato e agitato come accordo per evitare un altro governo tecnico e la chiamata alle armi per tornare alle urne.E su queste premesse che sta per nascere il governo più originale del continente,più bugiardo e anche più meschino fondato sulla solita e paranoica frase: “Senso di responsabilità”, ma il senso di responsabilità lo si chiede solo a Berlusconi e al centro-destra perché senso di responsabilità non ne hanno mai dimostrato: i comunisti, i sinistroidi,gli urlatori della sinistra,spesso il quirinale e soprattutto coloro che lo chiedono.E il senso di responsabilità non lo dimostrano nemmeno ora che un leader politico,Silvio Berlusconi,ha dimostrato la grandezza del personaggio e il suo amore verso la nazione.Ma per la vergognosa sinistra esiste soltanto una parola: “Fango!”, è questo il loro credo,buttare fango per combattere l’avversario.E per questo motivo che l’Italia è finita nel fango dal quale ora saranno i populisti a doverla tirare fuori.Sergio Vessicchio

Related News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: